Una buona infrastruttura per la mobilità elettrica. L’intervista con Albert Lehmann in Focus Mobility.

Si nota un cambiamento nelle strade e nelle concessionarie di auto: l’elettricità è sempre più richiesta. Ecco perché sono necessarie infrastrutture migliori per garantire l’alimentazione elettrica dei veicoli elettrici. Intervista con Albert Lehmann, amministratore delegato di swisscharge.ch, sulla situazione delle reti di negozi in Svizzera e sul futuro della mobilità elettrica.

Albert Lehmann, in qualità di gestore di una delle principali reti di negozi, sperimenterà in prima persona lo sviluppo del mercato della mobilità elettrica. Quali sono le vostre esperienze?

Il mercato cresce a un ritmo che sorprende anche noi. Il numero di clienti che utilizzano la rete swisscharge.ch è quasi triplicato negli ultimi dodici mesi. Sono convinto che non ci sia modo di tornare indietro. Nei prossimi anni, vedremo uno sviluppo del mercato ancora più drammatico in direzione della mobilità elettrica. Dalla metà del 2020, le case automobilistiche tradizionali entreranno nel mercato di massa con nuovi modelli di auto. Questo sviluppo è guidato dal calo dei prezzi, da tecnologie più innovative e dalla nuova legislazione in materia di CO2.

Numero di processi di carico nella rete swisscharge.ch

Gli esperti sono convinti che l’80 per cento dei caricamenti accadono a casa. La sua esperienza conferma questa cifra?

Il luogo di carico preferito è sempre quello in cui si rimane per un periodo di tempo più lungo. E questo, tra l’altro, è a casa. Anche se la maggior parte delle nostre colonnine di ricarica si trova attualmente in spazi pubblici, stiamo registrando un numero crescente di richieste di progetti per colonnine in parcheggi privati e sotterranei. Ciò indica che la maggior parte della ricarica a casa avviene per lo più durante la notte.

Dove vedete gli effetti per gli operatori immobiliari qui?

Sempre più operatori immobiliari si rivolgono a noi per la costruzione di colonnine di ricarica. Presumo che la consulenza professionale per l’installazione diventerà sempre più importante per gli operatori immobiliari. Caricare un gran numero di veicoli elettrici durante la notte non è in realtà un grande problema. Tuttavia, la gestione del carico è assolutamente necessaria, che distribuisce l’energia elettrica disponibile a tutte le colonnine di ricarica durante la notte. Qui swisscharge.ch offre già oggi ottime soluzioni.

In futuro le aziende dovranno occuparsi anche delle infrastrutture di ricarica presso la sede?

Sì, decisamente. Tre fattori influenzano questo sviluppo: da un lato, non tutti gli appartamenti hanno un parcheggio privato, e molti veicoli sono parcheggiati all’esterno di notte in zone delimitate. Queste auto devono quindi idealmente essere ricaricate durante il giorno. D’altra parte, sempre più aziende acquistano veicoli elettrici per le loro attività e necessitano di strutture di ricarica presso la sede aziendale, che possono poi essere condivise dai dipendenti. Infine, ma non meno importante, in futuro vorrebbero utilizzare l’energia in eccesso del fotovoltaico in modo efficiente durante il giorno. Ha quindi senso consentire la ricarica durante il giorno sul posto di lavoro.

Ha senso consentire la ricarica durante il giorno sul posto di lavoro.

Albert Lehmann, CEO swisscharge.ch AG

Nell’ambito della “Roadmap 2022” è prevista una rete a caricamento rapido sulla rete delle strade nazionali svizzere. Secondo la vostra esperienza, quali sono i requisiti dei conducenti di auto elettriche per colonnine di ricarica così rapide?

La nuova rete di ricarica rapida per veicoli elettrici sarà la controparte dell’attuale rete di distributori di benzina. Ovunque si percorrano lunghe distanze, dovrebbe essere possibile ricaricare il veicolo elettrico. Le località lungo la rete autostradale, idealmente nelle stazioni di servizio, devono offrire un servizio di ricarica veloce e anche essere facilmente accessibili. Dovrebbe essere possibile ottenere grandi quantità di energia nel minor tempo possibile. Ma questo significa anche che la ricarica sarà più costosa che a casa. I servizi forniti e le infrastrutture sono associati ad elevati investimenti.

Quali sono i motivi che spingono i consumatori a passare alla mobilità elettrica?

A parte il fattore ecologico, è più economico mantenere un veicolo elettrico rispetto a un veicolo con motore a benzina. Se l’auto viene caricata a casa, costa solo una minima parte rispetto a un motore a benzina. Anche le attività di servizio sono molto più piccole. Solo il prezzo di acquisto di un veicolo elettrico è attualmente ancora più alto. Non appena un numero maggiore di produttori entrerà sul mercato con veicoli elettrici, la situazione cambierà.

swisscharge.ch AG è un’azienda giovane e gestisce una delle più grandi reti di colonnine di ricarica della Svizzera. Offre ai propri clienti una gamma completa di servizi: dalla consulenza e progettazione, alla realizzazione, gestione e manutenzione delle infrastrutture di ricarica. La maggior parte delle colonnine di ricarica disponibili sul mercato sono compatibili con il sistema swisscharge.ch.

Oltre 1 000 punti di ricarica sono collegati alla rete swisscharge.ch in tutta la Svizzera. Più di 11 000 clienti registrati utilizzano già il servizio. La piattaforma software su cui si basa swisscharge.ch è leader in Europa ed è presente in 28 paesi.

Potete trovare maggiori informazioni sul nostro sito web: www.swisscharge.ch

Text Dominic Meier

Versione online: https://issuu.com/smart_media/docs/tagi_mobilitaet_1e83ee56508294